(L’ho fatto… mi è costato molto, odio la morte degli altri)

Lo ho fatto... mi è costato molto, odio la morte degli altri, 

della mia non ho timore che avvenga

e che mi accompagni in una montagna che conosco, 

quella degli altri e’ una sofferenza che sento

troppo, la assorbo con fatica e mi si insinua nell'anima, non sopporto di

essere impotente e inutile

a dare soluzioni...risposte che non ci sono... aiuti che servono a qualcosa.

E' l'inutilità che mi terrorizza, il guardare negli occhi una persona che

ha dolore e che chiede

risposte che non ho, vorrei sapere le risposte alle domande che porgono

quegli occhi, vorrei avere

parole che consolano in qualche modo e che ripaghino; 

ma non ho nulla che possa esser utile, solo

misere parole apprese dall'educazione: "condoglianze"!

Parole inespressive che esprimono solo il fatto che siamo inutili; 

io vorrei abbracciare la persona,

piangere calde lacrime per il ricordo, per i momenti che non torneranno più... 

Sento sempre una lama di ghiaccio che mi si insinua negli occhi, che lacera

il mio cervello scavando

una nicchia di indifferenza alle sensazioni che mi protegge

dalla mia inutilità.

Come combattere l'ineluttabile, il già fatto?

E' possibile solo vivere ancora, camminare accompagnando con una luce di

parole le persone che sono

care e che soffrono.

Ho provato ad essere dalla parte di chi soffre il dolore acuto della

perdita, mi sono sentito

come se mi fosse stato avvolto un manto di spesso vetro, una coperta gelida

e sorda, non sentivo

che il cuore battere, forte rumore, incomprensione delle parole degli altri,

meste incombenze

che si susseguivano con precisione nei momenti in cui volevo essere solo.

Incomprensione del momento e delle persone d'intorno… 

parole senza senso

che volavano in aria.

Il tempo è l'unica risposta, da cercare ognuno, dentro al proprio animo,

guardando ai visi che

ci hanno accompagnato e che ci accompagnano ancora. 

(Giancarlo Rossetti, 2016)

Tutto il sito con materiali di Giancarlo Rossetti o degli Autori/Amici citati ©2017, 2018, 2019, 2020