(Sono stato un Biker)

Sono stato un Biker, un sentire che la libertà era nel vento tra capelli lunghi e pelle nera sporca della polvere delle strade.

Sono stato costretto a mettere un casco che chiudeva i capelli in gabbia.

Mi hanno messo giacche piene di plastica e di scritte delle marche che me le vendevano.

Mi sono state tolte le fantasie nel cavallo scomodo che mi portava.

La vita è trascorsa e le parole scritte sul mio serbatoio non erano più facili da leggere... ragnatele si sono stese tra il mio acceleratore e la fantasia.

Serbatoio evaporato nel nulla di un viaggio interiore.

Ora pedalo piano per strade meno battute, vedo di nuovo un poco del mio pensare.

Sono libero nella lentezza!

(Giancarlo Rossetti, 2017)

IMG 20170906 174041 LQ
IMG 20170906 173700
IMG 20170906 174007
IMG 20170906 174346

 “Parole di metallo che non possono essere poesia ma che non muoiono”  

Le foto sono particolari della moto di Giancarlo (2000).



Tutto il sito con materiali di Giancarlo Rossetti o degli Autori/Amici citati ©2017, 2018, 2019, 2020